13
Settembre
2012

Viaggi di istruzione: come risparmiare?

COME SPENDERE MENO SENZA RINUNCIARE ALLA QUALITA’

Viaggi di istruzione: come risparmiare?

01-   Scegliere mete vicine: il consiglio è quello di prediligere sicuramente le mete vicine (la regione limitrofa a quella di appartenenza per le elementari, eventualmente appena più lontano per le scuole medie). In questo modo si risparmia sensibilmente sulla voce di costo relativa ai trasporti (spesso molto influente sul prezzo finale del soggiorno). Scegliendo una regione vicina si riducono anche i tempi dedicati ai trasferimenti, dando maggior spazio alla didattica ed ai momenti ludici.

02-   Evitare assolutamente per il pernottamento le classiche mete più costose:  Venezia, la Costiera Amalfitana, Roma Centro e Firenze Centro… La vostra agenzia viaggi di fiducia, specializzata nell’ospitalità dei gruppi scolastici, saprà indicarvi quali strutture scegliere nelle vicinanze delle città da vistare (a Jesolo per Venezia, a Castellammare o a Sorrento per la costiera, tanto per fare qualche esempio) per rientrare nei budget più limitati del turismo scolatico.

03-   Attenzione ai check-point per i pullman ed alle tasse di soggiorno: negli ultimi 5 anni sono diventate sempre di più le città che impongono una tassa di ingresso (spesso molto onerosa) ai pullman turistici o che tassano il pernottamento dei turisti (alunni delle scuole compresi!) negli alberghi del proprio territorio comunale. Una programmazione attenta dell’itinerario da parte di una agenzia esperta permetterà di limitare l’eccesiva sovrapposizione di mete “supertassate”.

04-   Visite a pagamento: è opportuno ricordare che per le scuole le aree archeologiche statali, la maggior parte delle chiese e dei parchi naturali sono gratuiti, mentre i musei comunali propongono solitamente biglietti di ingresso a costi molto contenuti. I parchi divertimento, gli acquari e gli zoo, le proiezioni in 3D sono hanno invece costi che possono influire in modo più sostanzioso sul prezzo finale del soggiorno.

05-   Scelta del periodo: evitare i mesi di alta stagione del turismo scolastico (tipicamente marzo-aprile e la prima metà di maggio) per preferire i mesi autunnali od invernali premette sicuramente di risparmiare fino al 20% sulla sistemazione alberghiera.

06-   Preferire i soggiorni residenziali a quelli itineranti: nei soggiorni itineranti i trasferimenti durante lo svolgimento del viaggio stesso fanno crescere di molto i costi della voce trasporti. Nei soggiorni residenziali (sono spesso soggiorni naturalistici o laboratoriali tematici, e tra i più apprezzati da alunni e docenti) il mezzo di trasporto viene utilizzato solamente la mattina del primo giorno ed il pomeriggio dell’ultimo, con un buon risparmio di budget e di stress per tutti.

07-   Riempire il pullman: laddove sia necessario per raggiungere le varie tappe in programma l’utilizzo di un pullman al seguito del gruppo durante tutto il viaggio, è assolutamente determinante arrivare ad un “buon riempimento” dello stesso (i pullman GT tradizionali hanno generalmente una capienza di 50/55 posti complessivi): in questo modo si cerca di “diluire” il costo complessivo del pullman sul maggior numero di partecipanti. Per i gruppi più piccoli valutare attentamente la possibilità di ricorrere a spostamenti in treno o con altri mezzi pubblici.

08-   Un piccolo trucco; il pranzo del primo giorno… meglio portarselo da casa (chiedendo alle famiglie di fornire ai propri figli un cestino pranzo). Si risparmia in questo modo dai 6 ai 12 euro sulla quota procapite del soggiorno.

09-   Le sovvenzioni pubbliche: alcune regioni o province promuovono il turismo scolastico sui propri territori concedendo sovvenzioni sull’ospitalità dei gruppi scolastici o rimborsando in parte i costi dei trasferimenti in pullman o in treno. Tra le regioni che hanno sovvenzionato il turismo scolastico negli ultimi anni: la Campania, la Basilicata, le Marche e la Sardegna.

10-   Prenotare con il massimo anticipo: molte agenzie e tour operator premiamo le scuole che prenotano con molto anticipo i loro soggiorni con uno sconto sulla quota di partecipazione.

Categoria: Blog

Commenti (2)

  • last minute

    last minute

    18 Settembre 2012 at 22:40 |
    Sono d'accordo
  • max

    max

    22 Ottobre 2012 at 15:13 |
    salve,

    un consiglio a tutti per risparmiare veramente è di andare in strutture che praticano la semi gestione.
    io ho trovato la struttura su caseinautogestione.it

    un risparmio incredibile oltre alla totale gestione anche del luogo di pernottamento evitando i spiacevoli incovenienti che si trovano con le metodologie classiche.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

DimensionEsplora t.o. di HELIOSviaggi S.n.c. Aut. prov. di Roma D.D.R.U. n° 7383 del 13/11/09
Numero Verde 800910271 - Fax 06.23.32.41.012 P. IVA 10584501000
 
Copyright HELIOSViaggi - DimensioneEsplora T.O. Tutti i diritti riservati. - Area Riservata
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.